Il MEPA in sintesi

L’acronimo MePA (Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione) indica un mercato 2.0 dove la Pubblica Amministrazione può acquistare beni, servizi e lavori di manutenzione di importo inferiore alla soglia comunitaria.

Si tratta dunque di un vero e proprio mercato virtuale in cui trova incontro la domanda della PA e l’offerta di beni e servizi da parte delle imprese e dei fornitori abilitati. Grazie alla digitalizzazione dei processi di procurement pubblico il tutto avviene con tempi di gara e costi commerciali ridotti.

Gestito dalla Consip, il MePA, pur non modificando le regole giuridiche e commerciali dei processi di approvvigionamento pubblici, costituisce un forte elemento di innovazione di questi stessi processi. Notevoli si sono dimostrati infatti i vantaggi sia per la PA sia per i fornitori. La prima ha visto il semplificarsi delle procedure d’acquisto e la riduzione di tempi e costi, un incremento della competitività e della concorrenzialità disponendo, nel mercato virtuale, di un vasto numero di fornitori e infine la possibilità di una maggiore sorveglianza sugli acquisti e maggiori controlli delle spese.

Per i fornitori invece il MePA ha significato un ulteriore canale di ingresso al mercato della PA, la possibilità di operare non più solo su scala territoriale e quindi provinciale ma anche nazionale, infine un aumento di partecipazione da parte delle piccole e medie imprese spesso avvantaggiate da localizzazione e specializzazione.

Ecco come funziona:

In qualsiasi momento le imprese possono avviare la richiesta di abilitazione e le Amministrazioni possono acquistare scegliendo le offerte pubblicate direttamente dal catalogo oppure negoziando con i fornitori abilitati.

La legge prevede che possano fare acquisti attraverso il MePA i seguenti enti e PA:

  • Amministrazioni statali, comprese le scuole
  • Aziende e amministrazioni dello Stato a ordinamento autonomo
  • Regioni, Province, Comuni, Comunità montane e le loro associazioni
  • Istituzioni universitarie
  • Aziende e amministrazioni del Servizio sanitario nazionale
  • Enti del servizio sanitario nazionale
  • Amministrazioni territoriali non regionali
  • Organismi di diritto pubblico
  • Istituti autonomi case popolari
  • Camere di commercio, industria, artigianato, agricoltura e loro associazioni
  • Enti pubblici non economici nazionali, locali o regionali
  • ARAN – Agenzia per la rappresentanza negoziale delle PA
  • Agenzie di cui al D.Lgs 300/1999
  • Onlus e associazioni di volontariato

Come previsto dal Decreto legislativo n. 50/2016 e dalla normativa comunitaria in materia, gli operatori economici ammessi sono:

  • Singolo operatore economico
  • Consorzio stabile che partecipa con la propria struttura d’impresa
  • Consorzio fra società cooperative di produzione e lavoro
  • Consorzio fra imprese artigiane che partecipa con la propria struttura d’impresa
  • Rete di imprese con soggettività giuridica che opera con la propria organizzazione d’impresa

A tutti i soggetti sopra citati è concesso di prendere parte alle tre fasi previste per la procedura di vendita e acquisto sul Mercato elettronico.

  • Consip pubblica il bando: quando il bando è attivo diviene disponibile per ordini e negoziazioni.
  • Richiesta di abilitazione da parte dei fornitori: in base ai requisiti previsti dal bando i fornitori possono richiedere la loro abilitazione, approvata la quale, possono proporre le loro offerte.
  • Le Amministrazioni pubblicano le loro gare o emettono ordini diretti: a questo punto alle PA basterà consultare la Vetrina del Mercato elettronico o il Catalogo prodotti e valutare se indire una gara per trattare prezzi e servizi per le condizioni di fornitura migliori o emettere ordini diretti per mezzo di richieste di offerte o negoziazioni dirette.

ISCRIVERSI al MePA

Attraverso il legale rappresentante, l’azienda potrà iscriversi al MePA e partecipare così a tutte le iniziative. Per prima cosa il legale, rappresentante dell’azienda procederà, tramite il sito acquistinretepa.it. alla registrazione della stessa al sistema di e-procurement. A tale fine, sono necessari firma digitale e Pec. Una volta ultimata la registrazione, il nuovo utente riceverà una password ed uno username per accedere al portale.

Per avviare la procedura di abilitazione, bisognerà innanzitutto procedere al login con i propri user e password. Successivamente, occorrerà cliccare su “Che strumento vuoi usare” e, poi, su “Bandi del mercato elettronico”, per consultare la vetrina dei Bandi del MePA.

Lo Studio Legale Tristano presta consulenza ai propri assistiti nelle gare MEPA e nei relativi contenziosi, anche per il recupero del credito verso la Pubblica Amministrazione, su tutto il territorio nazionale, innanzi al Giudice Ordinario e Amministrativo.